Text Size

Rimborsi e Convenzioni

Si avvisano i clienti che le prestazioni eseguite presso questo studio di psicologia sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi come “spese sanitarie.

Inoltre, alcune polizze assicurative per la copertura di spese sanitarie permettono di rimborsare (totalmente o parzialmente) il costo delle sedute di psicoterapia. Le condizioni di rimborso sono molto variabili, così come i premi di polizza, quindi si invitano tutti i clienti a verificare i dettagli delle proprie polizze personali.

Anche alcune aziende (per esempio, banche o assicurazioni) forniscono un parziale rimborso ai propri dipendenti per le spese sanitarie, compresa la psicoterapia. Potrebbe essere richiesta un'autocertificazione da parte dello specialista (iscrizione all’albo e abilitazione all’esercizio delle psicoterapia).

Si ricorda che il professionista che eroga una prestazione psicoterapeutica deve essere regolarmente iscritto all’Ordine degli Psicologi o dei Medici e avere l’abilitazione all’esercizio della professione di psicoterapeuta (clicca qui per vedere un esempio).


Di seguito viene riportato un breve elenco delle polizze che offrono rimborsi per la psicoterapia. Purtroppo tale elenco non è esaustivo.

  • FASDAC (fondo assistenza sanitaria dirigenti aziende commerciali): da nomenclatore 2012 la polizza rimborsa un massimo di 50 sedute di psicoterapia l’anno, per 35 Euro ciascuna.
  • CASAGIT: la polizza sanitaria integrativa dei giornalisti prevede un rimborso per le spese di psicoterapia di 30 Euro per seduta, per 30 sedute l’anno.
  • UNIPOL [Unisalute]: la compagnia offre diverse polizze che prevedono rimborsi per la psicoterapia. Da segnalare la polizza Kasko per i danni conseguenti ad un incidente stradale con colpa, che rimborsa anche sedute di psicoterapia, e le polizze convenzionate per iscritti AUSER (associazione anziani) e UGL (sindacato).
  • FISDE (fondi integrativo sanitario gruppo Enel): rimborsa varie prestazioni psicologiche (non solo psicoterapia) per un totale di 520 Euro annui, al valore massimo di 40 Euro a prestazione.
  • ASSILT (assistenza sanitaria lavoratori telecom): rimborsa 80 sedute l’anno per un costo non precisato, per due anni consecutivi. Poi occorre attendere tre anni per accedere nuovamente al rimborso per la medesima prestazione. La psicoterapia può essere rimborsata soltanto se prescritta da una struttura pubblica di Neurologia o Neuropsichiatria, ma poi può essere svolta da qualunque psicoterapeuta iscritto ad albo. Allo scadere del primo anno è prevista una relazione da parte dello psicoterapeuta.
  • Altre polizze sono la FASI (Fondo Assistenza Sanitaria Integrativa per dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi), o il Fondo EST (per dipendenti e dirigenti del settore commercio, turismo servizi e settori affini).